Breve storia

Fondato l’11 maggio del 1882 con l’approvazione dello Statuto ed elezione delle cariche istituzionali. Nel generale fervore operativo di quel  periodo, il Circolo ebbe la funzione di  tribuna per gli architetti, scultori  e pittori che volevano esporre le proprie idee sui problemi pubblici e privati della città.

 

Il Circolo prese parte attiva alla ricostruzione della Società Promotrice di Belle Arti prendendo parte attiva alle  organizzazioni delle Esposizioni che si tennero fra il 1888 ed il 1904. Fu proprio l’apposita Commissione del Circolo che iniziò lo studio di un progetto di massima per una grande Esposizione Nazionale a Palermo nel 1891. In questo periodo il Circolo  arricchisce  il  suo  patrimonio con una serie di opere di artisti di chiara fama .

 

Nel 1921 organizza la Mostra Permanente di Belle Arti nei magazzini della Fabbrica Italiana Pianoforti seguita nel 1924 dalla Mostra dei giovani pittori siciliani allestita nei saloni dell’Associazione della Stampa. Dopo un lungo periodo di scarsa attività, nel 1931 il Circolo allestisce nelle sale della propria sede una Mostra personale del pittore Ugo Gregorietti ed una Mostra d’Arte organizzata dal Sindacato Regionale delle Belle Arti.
 

Nel 1934 organizza una Mostra delle sculture di Antonio Ugo.Nel 1939 avviene la fusione con il Circolo Geraci ed il Circolo Unione costituendo il Circolo del Littorio Francesco Crispi.Nel 1943 si tiene un’assemblea dei Soci nei locali del Circolo Canottieri Dopo un periodo di stasi, il Circolo riprende l’attività nel 1949 con l’organizzazione di una Mostra di Arte Contemporanea prima a Catania ed in seguito nella propria sede con l’organizzazione tecnica della Biennale di Venezia seguita da una Personale dello scultore Antonio Ugo.

 

Seguono nel periodo 1951-1954 una serie di personali dei pittori Franco Monaco, Pippo Rizzo, Sacha Robbi Cucchetti, Amalia Brusca ed Antonio Cutino. Organizza negli anni a seguire un ciclo di Conferenze d’Arte e la 1° Mostra Regionale di Arti Figurative nel 1955, ripetutasi nel 1960 e, a seguire, la Mostra dell’autoritratto dei pittori siciliani.Purtroppo segue un lungo periodo di inattività del Circolo che copre 34 anni circa, durante il quale era scemato nei soci l’interesse per l’arte che preferirono dedicare il loro tempo libero ad altre attività. 

 

E’ nel periodo 1994-2006 che il Circolo prova di ravvivare nei soci l’interesse per l’arte  organizzando qualche mostra di pittura nei propri locali, partecipando a mostre di alcune gallerie d’arte prestando alcuni suoi quadri, organizzando delle conferenza e delle serate con musicisti ed attori. 

 

Dal 2007 ad oggi, grazie alla volontà, dedizione e tenacia del Presidente e del Consiglio Direttivo, il Circolo ha dato un nuovo impulso all’attività artistica organizzando delle stagioni concertistiche annuali, giunte ormai alla terza edizione coadiuvate da mostre di pitture, presentazioni di opere di scrittori e poeti, stipulando dei protocolli d’intesa con il Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo e con l’Associazione Sviluppo Sinfonico  Siciliano con la ferma intenzione di assicurare al Circolo un ruolo importante nella vita artistica della città.